venerdì 7 aprile 2017

TALI SOREK - I COLORI DELLA PACE



Avevo una scatola di colori,

brillanti, decisi e vivaci.

Avevo una scatola di colori,

alcuni caldi, altri molto freddi.

Non avevo il rosso per il sangue dei feriti.

Non avevo il nero per il pianto degli orfani.

Non avevo il bianco per le mani e il volto dei morti.

Non avevo il giallo per le sabbie ardenti.

Ma avevo l'arancio per la gioia della vita.

E il verde per i germogli e i nidi.

E il celeste dei chiari cieli splendenti.

E il rosa per i sogni e il riposo.

Mi sono seduta e ho dipinto la pace.

i colori della pace

giovedì 31 marzo 2016

RIMPIANTI

Avrei voluto vivere gli anni dei capelli color argento con la tenerezza di uno sguardo,
di un'intesa,
con la consapevolezza di scivolare verso l'ultimo traguardo senza rimpianti, nè rimorsi.
Avrei voluto spargere le mie trecce al vento, libere dai nodi della vita....

breve poesia








giovedì 30 aprile 2015

Luci e ombre, il male dell'anima

Vorrei che il cielo fosse senza nuvole
e la tua mente sgombra dai fantasmi che la popolano.
Non  lasciarti imprigionare dal tuo male,
ascolta il tuo cuore,
lui non tace,scandisce i rtimi della vita,
affinchè tu possa coglierne il significato.
Ti tendo la mia mano, non rifiutarla,
è un gesto d'amore,d'amore per te.
L'affetto che ti si dà è quello fatto
anche da tanti no,
solo per te, solo per il tuo bene.

E luci ed ombre si alternano,
in un intreccio grigio,
i raggi del sole faticano ad oltrepassarlo,
il male dell'anima pone il suo scudo,
e non sempre si riesce ad infrangerlo.
male dell'anima

giovedì 26 marzo 2015

AMORE NEL TEMPO

Ci scambiavamo i nostri pensieri,tutti e due avevamo un disperato bisogno di comunicare.
 Le nostre parole erano come gocce di pioggia che cadono su una pianura arida,
dove l'erba, con il tempo si era seccata"(R. Battaglia)


amore e tempo
Cosi' ci siamo innamorati, e ,anche se il tempo e la vita hanno modificato il senso del nostro vivere insieme,
siamo sempre uniti nell'affrontare i tanti ostacoli che il destino ci ha riservato in questi anni, in questi giorni...(G.L.)

mercoledì 25 marzo 2015

A MIA MADRE

Ti cerco tra le rughe del cuore,
il tempo non cancella le ferite,
le parole che non ti ho detto
affollano la mia mente...

confuse e irruenti mi assalgono,
come le onde di un mare in tempesta
che circondano una barca,
sbattono contro i suoi fianchi,
e ...barcollo....senza più certezze...

E in questi giorni i pensieri si rincorrono,
spaziano nel tempo e riportano la memoria
al tempo che fu, ricordi lontani di attimi felici,
vissuti con la spensieratezza dell'età giovanile.
Perchè i momenti così non devono essere dimenticati.

E se chiudo gli occhi sento un abbraccio che mi scalda,
adesso prendi la mia mano,
stringila forte,
portami lontano,
dove il tempo non  fugge !

 Quanto amore mi hai dato,
ed io non ti ho mai ricambiata
in egual misura......
L'egoismo di un figlio non conosce misure,
comprende solo quanto è troppo tardi,
nessuno può insegnare, spetta a noi imparare !
mamma

 Forse il tempo guarirà le ferite,
e nel cuore rimarranno solo cicatrici,
quelle dei ricordi,dei rimorsi,
del potevo fare di più....

Ti penso lassù dove forse hai trovato
un po' di pace, un po' di amore...